Project based learning

Una metodologia didattica nuova per una scuola nuova

  • breve-corso-di-aggiornamento-rorschach
  • images-2
  • images-1
  • barozzidimension-scuola-sc2-03-300x300
  • images
  • url
  • L’apprendimento basato su progetti (Project Based Learning) tiene conto di quei versanti del costruttivismo attenti all’apprendimento attraverso il fare, cui si aggiungono le teorie sul coinvolgimento attivo e sulla motivazione degli studenti, quelle orientate alla valorizzazione delle differenze negli stili di apprendimento, quelle sull’apprendimento cooperativo e quelle delle intelligenze multiple, teorie sistematizzate grazie al lavoro del BIE (Buck Institute for Education). L’approccio PBL è anzitutto una filosofia educativa che si rifà alla tradizione occidentale della didattica attiva, esperienziale e laboratoriale, e che si fonda su alcuni principi chiave: Libertà, IntegralitàCreatività.

    Questa grande tradizione di pensiero che va dai maestri artigiani delle botteghe rinascimentali fino alla Montessori, ha trovato in Dewey (l’educazione democratica fondata su esperienze strutturate e significative) e Kilpatrick (la progettualità come attività densa di consapevolezza e volontà) il pensiero che sta alle radici del metodo.

  • L’insieme delle strategie che definisce l’approccio project based pone particolare attenzione alla progettazione, al presidio e alla valutazione del processo. E’ necessaria una visione sistemica e condivisa per ripensare la relazione tra curriculo e contenuti, ridefinire il ruolo dei docenti, impostare gli strumenti e l’ambiente di lavoro, rivedere le modalità di monitoraggio e valutazione. Due assunti definiscono il frame pedagogico e operativo del matodo:
    - Il passaggio da una prospettiva che presuppone un apprendimento additivo ed incrementale al termine del quale c’è la padronanza delle competenze, ad una centratura sulle caratteristiche intrinseche ed estrinseche degli output del processo, indicatori dell’assunzione e sperimentazione personale di strategie, scelte, tentativi,  approfondimenti, approssimazioni, sfide aperte a percorsi anche  inediti e non convenzionali.
    - La sistematicità del ricorso a strumenti operativi condivisi (nella progettazione, presidio, verifica, valutazione del processo) sia dai ragazzi che dagli insegnanti, indispensabili per la comparazione delle esperienze e il miglioramento continuo degli stessi.

  • Ogni pensiero davvero generativo, ogni progetto veramente innovativo, ogni esperienza decisamente incisiva hanno all’origine una visione che si muove sognante come un’intuizione o un’aspirazione da seguire. La dimensione del desiderio è la cornice e anche il terreno dentro a cui devono svilupparsi le attività immaginate e poi rigorosamente pianificate secondo il metodo PBL. Il mondo reale deve poi essere il riferimento che muove la pratica spesso astratta dell’insegnamento interna alla scuola verso la concretezza dell’esterno. Il fare è infine il collante che unisce queste diverse dimensioni, quella del desiderio, quella dell’apprendimento e quella del mondo del lavoro. Il gruppo classe si troverà in questo modo ad affrontare una vera sfida, motivante e motivata, con scopi ben precisi, da affrontare con creatività, spirito d’iniziativa, autonomia, in un clima di collaborazione tra ragazzi e docenti. Sempre dentro a regole, obiettivi e scadenze condivisi.

  • Per ridisegnare l’approccio al curriculo e definire una didattica centrata sugli studenti è necessario un lavoro di progettazione attento e rigoroso, che parte dai docenti e coinvolge i ragazzi in ogni momento attraversando le diverse fasi del progetto. E’ necessario definire il team di lavoro, pianificare e concordare le tempistiche e le modalità della ricerca, definire le risorse, i tempi, i prerequisiti necessari, immaginare e concordare le caratteristiche del prodotto finale e le modalità di valutazione. L’agenda deve essere sempre sotto mano e condivisa da tutti. Bisogna immaginare e costruire, documentare, monitorare i tempi e collaborare. Occorre sperimentare l’errore e l’insuccesso e mettere alla prova la propria flessibilità e l’autodeterminazione.

  • La driving question si apre sulla necessità di approfondire, ricercare, proporre ipotesi che conducono verso la soluzione finale. La concretezza del prodotto e la performance necessaria alla sua presentazione al pubblico sono la risposta. Il processo di riallineamento dell’inizio con la fine richiede continue revisioni, controlli e adattamenti. Per raggiungere la qualità prefissata si passa attraverso un processo che mette in gioco le conoscenze acquisite e la capacità di rinnovarle attraverso il fare, di negoziare con il gruppo, di risolvere i problemi che s’incontrano, di comunicare scelte, motivazioni, e soluzioni. Il risultato deve essere infine confrontato con l’idea e il piano iniziali, valutando i risultati specifici, gli apprendimenti, la tenuta sul processo.

  • La quarta “D” non rappresenta in sé una vera e propria fase, ma la dimensione che attraversa, sostiene e insieme eleva il percorso e le persone. La didattica PBL attiva la capacità metacognitiva di modulare di continuo il processo di apprendimento, di scoprimento, di creatività, di elaborazione di quelle strategie che portano nella profondità del soggetto, bisognoso e rispettoso dei bisogni e delle aspettative del sé e degli altri, spostando il focus dal sé alla sfida cui dedicarsi per migliorare il mondo. La personalizzazione e la dedizione aiutano a interiorizzare i saperi accostandoli alla dimensione affettiva ed emotiva. La qualità di un apprendimento si fonda sulla capacità di arrivare a una maggiore consapevolezza dei propri bisogni e delle proprie risorse. Questa qualità è aggiunta dal processo di soggettivazione che trova fondamento nell’interagire delle risorse in una dinamica di esperienze che nella relazione richiedere originalità, creatività e adattabilità.

Mission


Una scuola che rispetta l'organicità e la struttura della mente, in cui le materie concorrono, con la loro specificità, allo sviluppo dei processi cognitivi ed emotivi che guidano la dimensione personale, relazionale e sociale dell'uomo.


Scopri te stesso e apriti agli altri

Vai in profondità nella conoscenza di te stesso per conoscere ed approfondire la tua dimensione spirituale, emotiva, corporea e cognitiva. E’ il cammino necessario per la costruzione della tua identità. Ti permetterà di conoscere i tuoi punti di forza e di debolezza e ti permetterà di aprirti agli altri con serenità accogliendo e valorizzando tutte le diversità.

Costruisci comunità

Costruisci relazioni significative dove vivi quotidianamente. Prenditi cura del tuo ambiente e rendilo  accogliente per chi lo utilizzarà dopo di te. Questo  garantirà a te e ai tuoi compagni benessere e  sviluppo perché crescerai assieme al gruppo a cui appartieni. Assieme farete molto di più con meno risorse e si  creerà una società più equa che  supera il determinismo della classe sociale di appartenenza.

Ama, vivi e sviluppa il tuo territorio

Sostieni con tutti gli sforzi possibili il tuo territorio e il suo tessuto produttivo, affiancati alle imprese sostenendone lo sviluppo e l’innovazione, impegnati nello sviluppo di nuove realtà imprenditoriali che rispondano alle nuove opportunità che il mercato offre anche sperimentando nuovi modelli organizzativi.

Apriti al mondo

Confrontati senza paura con le altre culture, studiale e cerca di capirle, impara a rispettarle, a valorizzarle, ad amarle. Ma soprattutto abbi il coraggio di fare esperienze concrete in posti lontani dove abitudini diverse dalle tue metteranno in discussione le tue certezze, diventa uno con tutti senza perdere mai di vista chi sei.

About us

Vision

D4 è un’idea di scuola che pone al centro dell’azione educativa e didattica la condivisione e la promozione di valori.  I professori e gli alunni collaborano per risolvere problemi complessi che aiutano a crescere come persone, a costruire benessere nella scuola, a valorizzare il territorio e aprirsi al mondo.

Valori

trascendenza

Trascendenza

Dimensione cognitiva ed emotiva per cui il ragazzo scopre  che la sua realizzazione è indissolubilmente legata alla capacità di “guardare oltre”. E’ il coraggio di credere nell’incredibile superando i limiti della razionalità e mettendo in discussione le sicurezze acquisite.

Per quale ideale mi gioco la  vita?

differenza

Differenza

Dimensione cognitiva ed emotiva che porta a riconoscere e valorizzare la propria e altrui specificità come contributo fondamentale alla comprensione del mondo; si sviluppa nella crescita serena della propria identità e nella valorizzazione di quella dell’altro.

Che cosa mancherebbe al mondo se annullassimo la nostra specificità?

liberta

Libertà di apprendimento

Dimensione cognitiva ed emotiva che permette di esprimere e valorizzare le proprie idee e la propria creatività, superando gli stereotipi propri e altrui e la paura del giudizio. D4 propone un’apprendimento basato sulla motivazione e non sull’imposizione, diverso e personalizzato per ogni studente.

Quale apprendimento per la mia strada?

 

responsabilita

Responsabilità

Dimensione cognitiva ed emotiva che rende la persona consapevole dell’influenza delle sue azioni sulla sua vita, sugli altri e sulla comunità, orientandole al bene comune.

Quello che faccio contribuisce a costruire il bene in me stesso e negli altri. 

gruppo

Gruppo

Dimensione cognitiva ed emotiva che rende consapevoli che il gruppo, inteso come connessioni di menti e spazio mentale e emotivo distribuito,  ha più potenzialità del singolo nel generare idee e nell’adattarsi ai contesti.

Perché collaborare è più produttivo che competere.

Promotori

 

LogoArt_2008

 

CMC

Esperienze

  • siti-cooperative
    Siti Web per Cooperative sociali
  • collage foto video 1
    Progetto St-Art
  • uat
    UAT – Urban African Tribes (gemellaggio con scuola in Togo)
  • tu-sei
    Tu Sei – progetto La Sportiva
  • logoo-cmc
    modulo integrato Dfour delle due Quarte Artigianelli e CMC
  • Test
    Logo/marchio etico No slot
  • IMG_8651
    Progetto Scozia
  • manifesto_progetto_rifiuti-3
    Campagna di sensibilizzazione ambientale promossa dal Comune di Trento
  • gruppoin
    Gruppo In
  • pittore
    Impariamo il linguaggio dei segni?

Our Blog

The Pride of Port Charlotte Marching Band has participated at many famous events, such as the Fiesta Bowl, Macy’s Day Pa

day, 360 days a year, and still do a bit on the days off, including Christmas day. In 2009, no executives earned an increase in base pay and their bonuses were smaller than in the previous year, according to an NFL memo acquired by Sports Business Daily.. I don really think it a healthy thing […]

Read More Commenti disabilitati

His junior year of high school he had 89 tackles and 13 sacks. He led San Francisco to one Super Bowl following the 2012

compliance with the playing rules. We anxious to see is how putting video into a video first experience leads to consumption of NFL live games. When we cannot even expect to get the pensions that we pay into our entire lives. CB CRE’VON LE BLANC had INT in last meeting. This keeps the coverage relevant, […]

Read More Commenti disabilitati

The NFL has boxed him into a corner because of how late the suspension was issued. I don’t know anyone who has. Stadium

Trucks will use the football star.. Harrison attendance in New York was all but mandatory: He had hung up furiously on Goodell after calling him to challenge an enormous fine, one of several he got last year.

Read More Commenti disabilitati

“They seek out every advantage. (I hate taking two double digit favorites, so make your friendly wagers accordingly.). “

National Library of Medicine, a normal platelet count is 150,000 to 400,000 per microliter of blood. I asked them if I could postpone my Oxford experience for a little bit and go to the NFL first, and then go back to Oxford. The bases of the glasses are designed to light up blue after every […]

Read More Commenti disabilitati

Reigns said that WWE didn need Cena because ticket sales were great (not true), revenue was pouring in (true, but not to

rooms and in board rooms. National team coach toured the facility before it opened in 2003. Four years later, all 32 teams in the NFL have given Kaepernick a stiff arm. Brad finished in 15th place and Monica was the season 27 runner up.. By the time they entered high school, they have a firm […]

Read More Commenti disabilitati

“What if we did for mortgages what the internet did for buying music, plane tickets and shoes?” the commercial opens. 9,

football is fickle; it’s not going to be there all the time. Back at Arrowhead Stadium on Monday night, the Redskins held Hunt to 24 yards on five carries in the first half. “Los abucheos en el juego de ftbol americano de la NFL de anoche, cuando todo el equipo de Dallas se arrodill, fueron […]

Read More Commenti disabilitati

These shoes have better traction on firm level ground. And I put Eddie Goldman a little bit behind them because with Edd

DaVinci. Musico got a chance to work with Elliott over the summer, playing a supporting role in enhancing the 6′, 225 pound physical specimen’s God given skills with his own signature brand of boxing conditioning through a grueling HIIT workout geared toward core conditioning and hand speed enhancement.. He was accurate in areas of the […]

Read More Commenti disabilitati

Develop softer and quicker hands with basketball like drills, such as flipping the ball back and forth through legs. The

If the words north strong and free are to be truly celebrated, we must honour their meaning, not just their singing. Here we go again on the road against Baltimore. Indianapolis Colts highlights. But the larger point is the Dolphins go back on the road for the fourth time in five games and Atlanta comes […]

Read More Commenti disabilitati

Mike Riley is a great guy. The Bengals expect his counterpart to be a rookie making his first NFL start, although the Te

for the Baltimore Ravens. It doesn’t help that they fall under what’s been called a “patchwork” of agencies and organizations, like the world’s shittiest quilt.. In fact, the Hokies have failed to cover in their last 10 games as double digit road favorites, dating back to 2011. Flexibility is a major component of speed and […]

Read More Commenti disabilitati

Per informazioni

siamo lieti di rispondervi

Scrivici

Noi siamo qua

Isituto Pavoniano Artigianelli
Piazza di Fiera, 4
Trento, TN 28122
P: 0461 270244
scuolagrafica@pavoniani.tn.it